dcsimg

pubblicato il 26 ottobre 2018 in aria

East Island, l’isola sommersa dall’uragano Walaka

East Island, una piccola isola delle Hawaii, è stata letteralmente cancellata dalle mappe dal devastante uragano Walaka di categoria 5, uno dei più potenti mai registrati nel Pacifico. L’isola, pur avendo un’estensione di soli 4,5 ettari, rappresentava un paradiso della biodiversità e svolgeva un ruolo importante per la fauna selvatica, tra cui la foca monaca hawaiana, specie in pericolo di estinzione, la tartaruga marina verde e gli uccelli marini, come gli albatros.
Le immagini satellitari pubblicate dall’agenzia U.S. Fish and Wildlife Service, che mettono a confronto un prima (scattato a maggio) e un dopo di questi giorni, mostrano quanto accaduto.

East Island, prima e dopo il passaggio dell’uragano Walaka. Crediti: US Fish and Wildlife

East Island faceva parte dell’atollo delle French Frigate Shoals nelle Hawaii nordoccidentali, ed era una componente importante del Monumento Nazionale Marino Papahānaumokuākea, che comprende dieci isole e atolli del nord-ovest delle Hawaii e che nel 2010 è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Questa delicata area del mondo ha dovuto però fare i conti con i cambiamenti climatici che oltre a provocare l’innalzamento del livello del mare, rendono le tempeste sempre più feroci.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006