dcsimg

pubblicato il 3 settembre 2018 in energia

Lampade alogene addio, led obbligatorio in tutta Europa

A partire dal 1° settembre 2018 si spengono le lampadine alogene e l’illuminazione a led diventa obbligatoria in tutta Europa. Da sabato primo settembre le lampadine alogene saranno bandite su scala continentale. Lo prevede la direttiva 244 del 2009. Le lampade alogene, infatti, sono molto inefficienti (classe di efficienza energetica “D”), mentre le nuove tecnologie come i LED offrono un elevato potenziale di risparmio: il consumo di una lampada alogena è spesso più di cinque volte superiore a quella di un LED ad alta efficienza energetica. Di conseguenza, gli Stati membri avevano convenuto nel 2009 sull’eliminazione delle lampade alogene inefficienti di classe “D” dal 1° settembre 2016, termine poi slittato al 1° settembre 2018. I commercianti potranno ancora vendere lampade alogene per qualche mese per finire le scorte di magazzino, poi la loro commercializzazione sarà vietata. Rimarranno ancora in commercio le lampade alogene direzionali e le lampade alogene utilizzate per le lampade da tavolo e i proiettori.
Secondo l’Enea, il passaggio da una lampada alogena di media potenza ad un LED ad alta efficienza energetica permetterà di risparmiare circa 115 euro, considerato il ciclo di vita del LED di circa 20 anni, e di recuperare il suo costo entro un anno. Quanto ai vantaggi per l’ambiente e la sicurezza energetica, sempre secondo l’Enea il passaggio a lampadine a basso consumo energetico porterà un risparmio annuo di energia pari al consumo annuo di elettricità del Portogallo (48 TWh). L’eliminazione delle lampade alogene, inoltre consentirà di risparmiare circa 15,2 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 da qui al 2025, pari alle emissioni generate da circa due milioni di persone all’anno.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito della DG Energy della Commissione.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006