dcsimg

pubblicato il 28 agosto 2018 in terra

Nuovo materiale cambia forma con la luce e il calore

Di materiali programmabili, ovvero capaci di cambiare le proprie proprietà fisiche (forma, densità, conduttività, proprietà ottiche…) in maniera programmabile grazie a impulsi esterni, ne sono stati sviluppati diversi dalla comunità scientifica, ma mai che potessero tornare esattamente nella forma di partenza. C’è riuscito un gruppo di ricercatori dell’Università del Colorado a Boulder, che ha progettato un nuovo materiale in grado di cambiare radicalmente forma grazie a stimoli luminosi e termici per poi tornare al suo aspetto originario. La ricerca è stata descritta in un articolo recentemente pubblicato su “Science Advances”.
Questo nuovo materiale, costituito da elastomeri a cristalli liquidi (LCE), può tornare esattamente alla forma di partenza un numero indefinito di volte non solo quando la struttura progettata è di dimensioni microscopiche ma anche quando è a scala macroscopica. La presenza di cristalli liquidi fotosensibili induce un’alterazione nel legami fra le molecole del polimero, quando il materiale viene illuminato da una luce a specifiche lunghezze d’onda e si trova in un particolare range di temperature. Grazie a questo meccanismo, questo materiale può assumere forme anche molto complesse in maniera controllata e programmabile.
Il materiale potrebbe avere numerose applicazioni in campo manifatturiero, nella robotica, per la produzione dispositivi biomedicali e per la messa a punto di muscoli artificiali.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006