dcsimg

pubblicato il 27 giugno 2018 in energia

Nuova campagna del CONOU: “Raccogliamo l’olio usato fino all’ultima goccia”

L’olio lubrificante usato può costituire una preziosa risorsa o un problema ambientale: a fare la differenza è la gestione. Infatti, se da una corretta raccolte e grazie al riciclo possono essere generati nuovi prodotti e avere un risparmio sulla bolletta petrolifera. Se disperso, invece, può penetrare nel terreno inquinando le falde acquifere e suoli, acque superficiali. A promuovere un corretto smaltimento degli oli usati ci pensa il CONOU, il Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati, che con una nuova campagna vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche della raccolta e smaltimento degli oli usati.
Il CONOU ha lanciato un nuovo spot sul corretto trattamento di questo rifiuto, in occasione dell’Ecoforum 2018 (di cui il consorzio è sponsor). Lo spot, che andrà in onda per tutto il periodo estivo sulle principali emittenti sportive nazionali, intende veicolare il messaggio educativo di non disperdere l’olio usato nell’ambiente perché, inquinando la falda acquifera, rischia di entrare nella catena alimentare. Ricordiamo che il Consorzio ritira gratuitamente l’olio esausto e lo trasforma – attraverso la rigenerazione – in una base lubrificante nuova.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006