dcsimg

pubblicato il 21 aprile 2018 in terra

Giornata mondiale della Terra 2018

Il 22 aprile si celebra la Giornata mondiale della Terra, una delle più grandi manifestazioni a favore del pianeta, durante la quale ogni anno si promuovono una serie di eventi e iniziative di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali. La ricorrenza, indetta dalle Nazioni Unite, vuole ricordare che è necessario recuperare quell’equilibrio originario, sottolineando che questo è l’unico pianeta che abbiamo e che è nostro dovere difenderlo.
La Giornata mondiale della Terra si celebra proprio in questa giornata per ricordare un fatto importante che accadde negli Stati Uniti: il 22 aprile del 1970, rispondendo ad un appello del senatore democratico Gaylord Nelson, milioni di cittadini americani, varie organizzazioni che fino a quel momento si erano occupate di specifiche battaglie, migliaia di college e università aderirono a una grande manifestazione in tutti gli Stati Uniti dedicata alla salvaguardia del pianeta, una sorta di prima Giornata della Terra.
Quest’anno la giornata mondiale della Terra è dedicata a una delle minacce maggiori al pianeta: l’inquinamento da plastica, una materia che si è diffusa in ogni settore della nostra vita da oltre 50 anni, utilizzata in un’infinità di ambiti, dagli imballaggi alle costruzioni, dall’arredamento ai trasporti, vestiario, assistenza sanitaria, elettronica. Il tema di questa edizione è quindi “Fine dell’inquinamento da plastica” (End Plastic Pollution), con l’obiettivo primario di sensibilizzare la popolazione sull’inquinamento da plastica e all’uso sostenibile di questo materiale. Ogni minuto finisce in mare l’equivalente di un camion pieno. In un anno sono 8 milioni di tonnellate. Soltanto su metà del Pacifico, fra la California e le Hawaii, galleggia un’isola di plastica grande tre volte la Francia. Per non parlare dei rifiuti che rimangono a terra. Ovunque, la plastica indistruttibile avvelena la terra, l’acqua e l’aria (se bruciata), soffoca e intossica gli animali e le piante, entra nella catena alimentare e finisce nei nostri piatti. Ognuno può fare molto per migliorare questa situazione, semplicemente riducendo i propri rifiuti di questo materiale. Un piccolo sforzo individuale che, moltiplicato per milioni e miliardi di abitanti del Pianeta, può risolvere il problema.

Per saperne di più:
Earth day
Earth Day Italia

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006