dcsimg

pubblicato il 19 gennaio 2018 in terra

Ecco i 5 maggiori rischi ambientali per il nostro Pianeta

Cosa preoccupa di più gli esperti e i decision-maker dei vari settori dell’economia globale? A svelarlo è l’ultima edizione del Global Risks Report, un rapporto redatto dal World Economic Forum in partnership con Marsh & McLennan Companies, che viene realizzato a partire dai risultati del Global Risk Perception Survey, un questionario sulla percezione dei pericoli per il nostro Pianeta. Si tratta di un’indagine che offre una prospettiva dei rischi a più alto impatto e più probabili per l’anno appena cominciato e per il prossimo decennio, alla cui redazione hanno contribuito circa 1000 esperti di settore, che hanno valutato 30 differenti rischi globali e le tendenze che potrebbero amplificarli o contenerli, raggruppati in 5 categorie (rischi economici, ambientali, geopolitici, sociali e tecnologici).
I rischi legati all’ambiente si confermano la principale preoccupazione per gli intervistati, così come nel 2017: gli eventi meteorologici estremi, la perdita di biodiversità, i disastri naturali e quelli causati dall’uomo, il fallimento della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici sono tutte eventualità considerate ai primi posti sia in termini di probabilità sia di danni potenziali.
Interessante notare com’è cambiata la percezione del rischio negli ultimi dieci anni: secondo la seguente tabella, nel periodo 2008-2010 a dominare la scena erano le incognite dell’economia e della geopolitica, ad esempio erano percepiti come rischio l’instabilità in Medio Oriente, il crack delle borse o l’impennata dei prezzi petroliferi.

Dal 2011 i temi ambientali (in verde) hanno guadagnato le prime posizioni, in termini di “probabilità che accadano” negli anni successivi.
A livello generale, il 59% dei rispondenti è convinto che le minacce di vario tipo – inclusi gli attacchi informatici e il terrorismo – aumenteranno nel 2018.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006