dcsimg

pubblicato il 31 ottobre 2017 in terra

Ecosistema Urbano 2017

Mantova (1°), Trento (2°), Bolzano (3°), Parma (4°), Pordenone (5°) e Belluno (6°) guidano quest’anno la classifica di Ecosistema Urbano 2017, l’annuale rapporto sullo stato di salute dei capoluoghi di provincia italiani, realizzato con il contributo scientifico dell’Istituto di Ricerche Ambiente Italia e la collaborazione editoriale de Il Sole 24 Ore.
Il rapporto esamina 16 indicatori, appartenenti a tematiche riguardanti aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente urbano ed energia, tra cui la gestione del ciclo dei rifiuti, i passi avanti nella mobilità sostenibile, la depurazione degli scarichi e il risparmio idrico, la riduzione degli sprechi d’acqua potabile, gli investimenti nelle rinnovabili e la rigenerazione degli spazi pubblici. A ogni città viene assegnato un punteggio da 0 a 100, sulla base dei risultati qualitativi nei 16 indicatori considerati. Tra i meriti delle prime sei città classificate vi è il superamento degli obiettivi di raccolta differenziata fissati dal decreto Ronchi del 1997 (obiettivi saliti al 65%). Mantova addirittura sfiora l’80%. Trento è anche ai primissimi posti per la depurazione dei reflui e il contenimento delle perdite di acqua potabile dalla rete idrica. Pordenone e Mantova sono nella top ten delle città più alberate: rispettivamente 29 e 32 alberi ogni 100 abitanti. Bolzano, insieme a Mantova, è tra i centri urbani con la più estesa dotazione di infrastrutture per la ciclabilità. Belluno e Bolzano hanno una buona qualità dell’aria. La città altoatesina ha compiuto passi da gigante visto che in dieci anni ha ridimensionato del 40% il peso delle polvere sottili.

Per saperne di più:

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006