dcsimg

pubblicato il 29 agosto 2017 in la vita

Sull’isola di Linosa è iniziata la schiusa delle Caretta caretta

E’ cominciata durante la notte la schiusa delle uova di tartaruga Caretta caretta deposte sulla spiaggia Pozzolana di Ponente a Linosa, nell’arcipelago delle Pelagie.  Al momento i piccoli nati sono circa 30 ma il numero è destinato ad aumentare visto che la schiusa è tuttora in corso e può durare diversi giorni. Ad annunciare la notizia del lieto evento è stato Stefano Nannarelli, responsabile e fondatore del Centro di recupero tartarughe marine di Linosa, gestito da Cts e Hydrosphera.
La spiaggia Pozzolana di Ponente è monitorata dal 1994 ma questa schiusa è particolarmente interessante perchè la tartaruga che ha deposto le uova lo scorso 15 luglio – probabilmente una primipara – potrebbe essere una delle tartarughe nate proprio su questa spiaggia nel 1994, tornata quest’anno per nidificare. La mamma dei piccoli nati non era marcata e aveva il carapace lungo 70 centimetri, cioè delle dimensioni minime per la maturità sessuale.
Non è possibile al momento prevedere quanti saranno i nascituri, ma mediamente le tartarughe di questa specie depongono un centinaio di uova per nido. Quello della spiaggia di Linosa, uno dei siti storici in Italia per la nidificazione della Caretta caretta, è monitorato 24 ore su 24 dallo staff del centro, coadiuvati dai volontari. Le tartarughe Caretta caretta sono tipiche del Mare Mediterraneo ma da tempo a grave rischio estinzione specie sulle coste italiane. L’attività del centro di recupero è quindi fondamentale per la salvaguardia della specie.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006