dcsimg

pubblicato il 19 aprile 2017 in energia

Riciclo degli oli lubrificanti: il record italiano

L’Italia è in vetta a una classifica europea molto virtuosa: quella della raccolta e del riciclo degli oli lubrificanti usati. Nel Bel Paese, infatti, più del 95% degli oli usati dalle automobili e dalle industrie vengono inviati a rigenerazione e cioè trasformati da rifiuti pericolosi a nuova base lubrificante. Altri Paesi europei, infatti, alla via della creazione di un’economia circolare di questi prodotti preferiscono ancora quella della combustione per la produzione di energia termica. E così il Regno Unito rigenera solo il 14% dei lubrificanti, la Germania il 50%, la Franca il 60% e la Spagna il 68%. Eppure la rigenerazione conviene: dal 1984 ad oggi si calcola che l’Italia abbia così risparmiato circa 3 miliardi di euro sul fronte petrolifero. Un altro dato che rende l’idea della portata di questo circolo virtuoso è che il 25% degli oli utilizzati in Italia è stato prodotto a partire da una base rigenerata. Una best practice tutta italiana che sarà presentata anche a Bruxelles.

Leggi la notizia:

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006