dcsimg

pubblicato il 20 marzo 2017 in la vita

Il clima ci mette il naso

All’insù, a patata, adunco, piccolo, grande… Quanti di noi hanno almeno una volta nella vita avuto da ridire sulla forma del proprio naso? Ebbene, da oggi, grazie a una ricerca pubblicata su Plos Genetics da un gruppo di ricercatori della Pennsylvania, sappiamo che le diverse forme di naso presenti tra le popolazioni di tutto il globo possono essere state influenzate dal clima. Lo studio ha provato a correlare la distribuzione dei vari tratti di naso alle condizioni climatiche e quello che è emerso è che la larghezza delle narici è legata alle condizioni di temperatura e umidità. I nasi stretti sono più diffusi nei climi freddi e secchi, quelli larghi nei climi caldo-umidi. La ragione? Una delle funzioni del naso è quella di scaldare e inumidire l’aria inspirata, un compito svolto in modo più efficiente dai nasi più sottili.

Per saperne di più:

http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2017/03/18/non-solo-geni-il-naso-e-modellato-anche-dal-clima-_a4eac5c3-030e-4096-a154-3083bbbd3325.html

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006