dcsimg

pubblicato il 9 marzo 2017 in ecosistemi

ONU: il rapporto sui pesticidi

I pesticidi usati in agricoltura causano 200 mila morti ogni anno. A dirlo sono due inviati delle Nazioni Unite per il Diritto al cibo e per le Sostanze tossiche, in un rapporto che è stato presentato al Consiglio per i Diritti umani dell’ONU a Ginevra. L’enorme numero di decessi denunciato avviene per avvelenamento acuto e, nel 99% dei casi, in Paesi in via di sviluppo.
L’esposizione cronica ai pesticidi, si legge sempre nel rapporto, è stata collegata a tumori, Alzheimer, Parkinson, disfunzioni ormonali, disordini dello sviluppo e sterilità. Le popolazioni più vulnerabili sono i lavoratori agricoli e le comunità che abitano vicino alle coltivazioni. A richiedere particolare protezione sono soprattutto i bambini e le donne incinta perché l’esposizione a queste sostanze in giovane età può avere conseguenze molto gravi.
Infine, il rapporto sottolinea la necessità di una transizione verso una produzione agricola senza pesticidi.

Per saperne di più, leggi:

 

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006