dcsimg

la vita

Piante e batteri ridanno la “luce” alle comunità off grid

È possibile costruire una lampada da una pianta? Sembrerebbe di sì. La conferma arriva dal Perù, dove gli ingegneri della Universidad de Ingeniería y Tecnología (UTEC) di Lima hanno realizzato “Planta lampara”, una lampada alimentata dall’energia prodotta grazie all’azione sinergica di piante e batteri.
Prototipi dell’eco-invenzione, realizzata dal team del prof. Mundo Elmer Ramírezin, sono stati distribuiti alla comunità dei Nuevo Saposoa, popolazione che vive da tempo senza elettricità nella giungla peruviana.
Il principio di funzionamento della Planta lampara sembra piuttosto semplice. Piante, scelte tra le specie presenti in loco, vengono poste all’interno di una terriera. Nella terriera, oltre al terreno, sono presenti dei microrganismi chiamati geobatteri e una griglia metallica con elettrodi. I microrganismi sono in grado di degradare i composti rilasciati dalle radici delle piante producendo elettroni attraverso un processo elettrochimico. Gli elettroni prodotti vengono catturati dagli elettrodi presenti sulla griglia metallica e il flusso di corrente che si genera viene a sua volta accumulato all’interno di batterie. Il sistema va così ad alimentare una lampada a led dalla potenza di circa 50Watt.

planta_lampara_1

Schema di funzionamento della plantalampara – (Rielaborazione https://www.utec.edu.pe/ingenio-en-accion/plantalamparas-plantas-que-dan-luz)

Le rivoluzionarie lampade a LED della UTEC andranno a rimpiazzare i modelli al cherosene, decisamente nocivi per la popolazione della giungla peruviana, che fino ad ora hanno rappresentato l’unica soluzione per lavorare e svolgere le più comuni attività anche dopo il tramonto.
L’auspicio è che ONG, istituzioni e governi locali investano sempre di più in eco-invenzioni come questa, in grado di coniugare creatività, ricerca, innovazione e sviluppo per la società. Da non dimenticare, infatti, che, ancora oggi, per più di 1,5 miliardi di persone il tramonto vuol dire oscurità o la luce fioca di una lampada.

 A cura di Francesca Scannone

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006