dcsimg

ecosistemi

Testimone di epoche passate: l’ambra

Beautiful amber

L’ambra baltica è molto utilizzata in gioielleria. L’ambra è una resina che ha avuto origine milioni di anni fa da alcune piante ormai estinte, e che si è poi fossilizzata nel corso dei millenni, trasformandosi da una resina molliccia e appiccicosa in una più dura e resistente.
L’ambra del Baltico si è originata da conifere estinte, mentre quella di Santo Domingo da leguminose e, in alcuni casi, anche da sequoie. Quello che rende l’ambra molto interessante non è solo l’aspetto estetico, che ne fa un apprezzato oggetto di gioielleria, né le antiche credenze che ne facevano una sostanza dagli strabilianti poteri curativi; l’ambra è prima di tutto uno straordinario testimone di come doveva essere la vita sulla terra nelle epoche passate. Ciò è dovuto al fatto che come resina appiccicosa aveva la capacità di “catturare” tutti quei frammenti di vita che avevano la sfortuna di “invischiarvisi”, come frammenti sia vegetali (pollini, foglie, fiori, piccoli rametti), sia animali (insetti, ma anche ragni, scorpioni, millepiedi, molluschi, piccoli rettili ed anfibi, e straordinariamente parti di mammiferi: peli e denti).

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006