dcsimg

ecosistemi

Salviamo i cuccioli di foca

cucciolo_foca

In Canada, Norvegia e Groenlandia, piccoli di foca vengono uccisi per la loro pelle e la loro pelliccia destinati a tutto il mondo. L’Italia è tra i principali importatori di pelli di cuccioli di foca, per i calzaturifici e per l’industria dell’abbigliamento. Cina, Corea e Giappone alimentano questa attività sia per l’industria della moda, sia per i prodotti derivati, ritenuti afrodisiaci.
Il 26 febbraio 2002, la Corte suprema del Canada ha confermato che il governo federale ha il diritto di vietare la vendita di pelli di cuccioli di foca. La legge canadese proibisce la caccia a cuccioli di foca di età inferiore a 28 settimane (mentre i cacciatori vorrebbero fosse legale l’uccisione ad appena sei settimane di vita, perché il pelame è più pregiato). Pur trattandosi solo di un piccolo passo, ci si augura che l’opinione pubblica comprenda che la loro uccisione modifica il naturale andamento demografico di questa popolazione: non raggiungendo l’età adulta, infatti, i cuccioli di foca non possono riprodursi.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006