dcsimg

ecosistemi

Parchi e Riserve Naturali

Per proteggere la natura minacciata dalle pressioni antropiche (cioè, dell’uomo), sono stati costituiti numerosi parchi e riserve naturali. In Italia i Parchi nazionali sono in totale 20 (e altri quattro saranno istituiti a breve), i parchi regionali sono più di 130 e le riserve regionali circa 270.
Il Parco Nazionale del Gargano, istituito nel 1995, si estende nell’area della provincia di Foggia per circa 120.000 ettari. Esso tutela una eccezionale concentrazione di habitat diversi: dalle coste alte e rocciose, ai valloni caldi del versante meridionale con specie rare ed endemiche di piante ed animali, alle faggete ricche di esemplari plurisecolari, alle pinete mediterranee di pino d’Aleppo, anch’esso presente con esemplari di oltre 500 anni di età.
Dal punto di vista faunistico, l’eccezionalità del promontorio é data dalla presenza, ad esempio, del capriolo (uno dei pochissimi nuclei autoctoni presenti nel paese) o delle specie di picchi (rosso maggiore, mezzano, minore, di Lilford, gli ultimi due assai rari e localizzati, presenti in Italia unicamente all’interno di aree protette) che sottolineano il valore naturalistico dalla zona.
Il sottobosco delle foreste garganiche, come anche le distese di macchia mediterranea, sono ricchissimi di fiori. Nel caso delle orchidee selvatiche, di cui il Gargano è la località più ricca d’Europa e del bacino mediterraneo, sono presenti ben 56 specie e 5 sottospecie.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006