dcsimg

ecosistemi

Lunghe orecchie come condizionatori d’aria

lunghe_orecchie

Per quanto riguarda gli adattamenti fisiologici degli animali del deserto, importanti sono i cambiamenti che riguardano le appendici (orecchie, zampe, coda). Tali appendici sono molto sviluppate e irrorate dal sangue per potersi raffreddare più velocemente; un esempio è quello del Jack rabbit, la lepre del deserto Sonora in America, che, proprio per questo motivo, presenta orecchie molto più lunghe di quelle delle lepri che vivono in aree temperate.
Alcuni animali sono in grado di rimanere a lungo senza bere affatto, poiché eliminano urine molto concentrate o addirittura acido urico cristallizzato, come alcuni uccelli e rettili.
Il topo delle piramidi, invece, conserva l’acqua persa attraverso la respirazione, facendola passare attraverso un percorso obbligato, fatto di contorti cunicoli che si aprono nei condotti nasali: in questo modo l’aria, raffreddandosi, perde umidità che quindi viene trattenuta all’interno del corpo dell’animale.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006