dcsimg

ecosistemi

Cactus per cena e altre delizie

cactus

Le aree desertiche altamente inospitali costituiscono l’habitat delle piante grasse, che vengono localmente sfruttate, senza però costituire una risorsa economica vera e propria. I fusti essiccati di cactus e le pale dell’Opuntia vengono privati delle spine e utilizzati per le costruzioni leggere nelle zone completamente prive di alberi. Alcune piante del deserto sono utilizzate come cibo: per esempio le pale giovani dell’Opuntia sono un piatto tipico del Messico e del Texas.
Anche i frutti di alcune specie di cactus sono commestibili: il più conosciuto è quello dell’Opuntia ficus-indica (fico d’India) che, come altre specie di Opunzia, viene coltivato per i suoi dolci frutti.
I frutti della palma da dattero delle oasi del Sahara e del Medio Oriente hanno un alto contenuto energetico, e vengono consumati sia freschi che conservati. Ogni palma può produrre da 80 a 150 Kg di datteri l’anno. Di questo albero non vengono utilizzati solo i frutti: il fusto, ad esempio, è usato come combustibile e impiegato nell’edilizia come succedaneo di travi nella costruzione delle case; le foglie servono per la costruzione di capanne di fango e siepi frangivento. Oltre alla palma da dattero, nelle oasi si coltivano anche ortaggi, legumi, cereali, mandorli, olivi, agrumi e fichi.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006