dcsimg

la vita

Vita dallo spazio

Secondo alcuni scienziati la vita sarebbe sempre esistita nell’Universo così come sarebbe sempre esistito l’Universo stesso, teoria chiamata della “panspermia”. All’inizio del ventesimo secolo Svante Arrhenius, chimico svedese, ipotizzò che gli esseri viventi più semplici si spostino di continuo attraverso lo spazio, colonizzando nuovi pianeti. La vita, quindi, secondo questo scienziato si sposterebbe da un pianeta all’altro sotto forma di spore o germi, sospinti dalla pressione delle radiazioni solari delle stelle fino ad un nuovo pianeta su cui planare ed evolversi in forme sempre più complesse. In realtà si conoscono bene le condizioni dello spazio: qui, infatti, ci sono diversi tipi di radiazioni (raggi ultra violetti, raggi gamma, raggi x), temperature vicine allo zero o altissime vicino alle stelle. Queste condizioni ucciderebbero qualsiasi forma vivente, anche se protetta da involucri resistenti. Alcuni hanno quindi supposto che queste “spore” potrebbero viaggiare all’interno di enormi meteoriti, dove, in effetti, si sono ritrovate tracce di composti organici. In questo caso però le difficoltà sopraggiungerebbero, quando il meteorite entra nell’atmosfera: la temperatura di attrito e lo schianto sarebbero fatali per questi particolari germi.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006