dcsimg

la vita

Affari da formiche e pesci

Un piccolo insetto come il formicaleone, quando è allo stadio di larva scava nel terreno sabbioso trappole a forma di imbuto. L’insetto si nascondo nella sabbia sul fondo della trappola e rimane in agguato con le mandibole divaricate che sono grandi tenaglie seghettate che iniettano un liquido paralizzante. Quando una formica passa sul bordo dell’imbuto, cade inevitabilmente “in bocca” all’insetto.
La ranapescatrice è invece un pesce con il corpo schiacciato, la testa grande, i denti aguzzi e una grande bocca . Il primo raggio della pinna dorsale ha delle appendici carnose che si agitano  come i vermi sull’amo. La rana pescatrice si nasconde sotto la sabbia lasciando visibile solo il raggio della pinna e quando un pesce ne viene attratto viene inghiottito dalla grande bocca. Le torpedini sono pesci che, per tenere lontano i predatori e per uccidere e stordire le prede di cui si nutrono, ricorrono a speciali organi elettrici. Questi  emettono scariche elettriche che raggiungono anche 45 volt.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006