dcsimg

aria

Cielo azzurro

In assenza di nubi, il colore del cielo di giorno ci appare azzurro: più intenso allo Zenit, più chiaro all’orizzonte. In realtà, la maggior parte dei componenti dell’atmosfera è costituita da gas incolori. La causa del colore del cielo è da ricercarsi nel fenomeno di diffusione delle diverse radiazioni dello spettro solare, fenomeno prodotto dalle molecole d’aria e dalle particelle solide contenute negli strati bassi dell’atmosfera.
Le molecole che compongono l’atmosfera si comportano diversamente nei confronti delle radiazioni di diversa lunghezza d’onda (in funzione anche delle dimensioni delle molecole e particelle): alcune vengono assorbite, altre riflesse, altre ancora diffuse. La maggior parte delle particelle atmosferiche ha una dimensione tale per cui la diffusione è maggiore per le lunghezze d’onda dell’azzurro e del blu: per questo il cielo limpido ci appare di questo colore. Tanto più l’aria è limpida e rarefatta (come in alta montagna), tanto più il cielo ci appare azzurro scuro, fino a che, in assenza di molecole e particelle, il cielo ci appare invece nero, come hanno constatato gli astronauti in orbita al di fuori dell’atmosfera terrestre, perchè nello spazio non si verificano fenomeni di diffusione.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006